Homepage 2017-10-04T17:09:24+00:00
Loading...

Archeoland Lupo Azzurro

Motivazioni e finalità

Le scelte operative di Archeoland si basano sull’Archeologia Sperimentale che, in quanto tale, consente di superare un insegnamento prevalentemente verbale, favorendo – attraverso la scoperta di fare – lo sviluppo ed il potenziamento autonomo, in ogni alunno, delle capacità di osservazione, analisi ed interpretazione critica dei fenomeni che sottendono il metodo scientifico.
Oltre ad osservazione e ricerca/scoperta, le attività proposte lasceranno spazio all’immaginario ed inizieranno alla conoscenza attraverso la fantasia, il gioco della rievocazione e della ricostruzione.
Aree didattiche, realizzate nel Parco Archeologico di Archeoland, all’interno del Parco Naturale Regionale della Lessinia e corredate di realizzazioni in dimensioni reali di abitazioni e strumenti dei periodi Paleolitico, Neolitico e dell’Età dei metalli.

L’ambiente

La sorgente dei Sette Funghi e la Valle dei Mulini.

Il ruscello nasce dalla sorgente sulla sommità del monte Comun; l’acqua vi scorre tutto l’anno sul letto basaltico. In ogni stagione l’approvvigionamento d’acqua garantiva, uno dopo l’altro ai sedici mulini a scalare lungo la valletta del “Vajo del Parol”, la continuità molitoria.
Il Vajo è un luogo umido, lussureggiante, ricco di fauna; nell’acqua vivono ancora i gamberi, e presso le rive si notano salamandre, orbettini, rane, chiocciole, e nelle notti di giugno le lucciole mandano i loro segnali, mentre dalle cavità rocciose escono, sul far della sera, i pipistrelli… Dove lo scroscio dell’acqua, a cascatelle, si fa più intenso, il mulino Sengio, lungo arcano, dove l’energia dell’acqua viene ancora percepita assieme alle presenze millenarie.

Nel percorrere la valle dei mulini, il richiamo va alle leggende: I mulini terragni erano temuti come il ritrovo del diavolo e dei suoi adepti, oppure delle “Anguane”, le ingannevoli streghe… Gli gnomi si trattenevano di preferenza presso le grandi ruote, confondendosi con l’acqua di caduta… “Nunzie” era un folletto che abitava nell’acqua del mulino, e spesso ci si prendeva gioco di qualche credulone chiedendogli di andare sotto il getto che alimentava la ruota, per catturare il folletto nascosto; cosicché ne usciva tutto bagnato tra le risa generali… Le storie, patrimonio del folclore locale, narrano di mulini magici, di mole appese a un filo, di tesori nascosti…Ora, lungo il Vajo del Parol, possiamo ancora ascoltare, ma solo il mormorio dell’acqua…

Come raggiungerci

Località Mulino Sengio – 37020 Stallavena (VR)

Uscita autostrada VR est: tangenziale per Valpantena – Bosco – Lessinia – Uscita Grezzana. Proseguire (direzione nord) per 1km circa. In località Quinto imboccare la superstrada. Alla fine della superstrada girare a sinistra e tornare verso il centro di Stallavena. Archeoland si raggiunge da Stallavena seguendo l’indicazione per Alcenago.

Proposte di giornate a tema per le scuole:

materne, elementari, medie e superiori (e per le famiglie)

In un’oasi incontaminata, immersa nel verde, con ruscelli, cascate e un mulino, avete a disposizione:

  • Un’area picnic attrezzata con grill
  • Animazione per bambini
  • Attività didattiche con laboratori per bimbi e adulti
  • Possibilità di pernottamento

*In caso di maltempo le attività di laboratorio e le pause pranzo saranno svolte in luoghi al chiuso.

Grazie alla lunga esperienza didattica maturata seguendo la prassi dell’Archeologia Sperimentale Archeoland porta in classe i colori, le forme, le tecniche dei vari periodi della preistoria. I nostri laboratori si distinguono per contenuti e tematiche, consentendo dei risultati ottimali in relazione alle esigenze del programma scolastico.

News & Eventi

Sulla nostra pagina Facebook troverai tutte le ultime novità e gli eventi da noi organizzati

CLICCA sull’icona

Contatti

In autunno prezzi agevolati per le scolaresche

Vieni ad imparare ad Archeoland!!!

Trascorri una giornata fuori dal comune, da soli o con la famiglia, liberi in un ambiente libero.